Tre topolini, un gatto e il gabbiano della spiaggia di Santa Teresa

0
876

Di Camilla Memoli

C’erano una volta tre topolini, un gatto e un gabbiano che andavano, strano a dirsi, d’amore e d’accordo. Vivevano tutti insieme nei pressi della spiaggia di Santa Teresa di Salerno. Le loro giornate erano tutte uguali ma felici. Sveglia al mattino presto, pesce fresco per il gatto, pane al gabbiano gentilmente offerto dai bambini del lungomare e di tutto un po’ per i tre topolini. Giochi e corse sulla spiaggia, quando nessuno li disturbava e così fino a sera. Qui si sta proprio bene dicevano spesso il cinque amici. Un pomeriggio, mentre sonnecchiavano, furono svegliati da un rumore mai sentito. La terra cominciò a tremare sotto i loro piedi, subito il gabbiano si alzò in volo per vedere cosa stesse succedendo. Strani animali giganti colorati stavano buttando tutto sottosopra. Il gabbiano torno giù ad avvertire gli amici di scappare lontano. Per tutta la giornata sulla spiaggia ci fu un gran trambusto, con gli animali colorati che continuavano ad emettere suoni insopportabili. Il gabbiano dagli scogli osservava tutto con curiosità ed ogni tanto portava notizia gli altri rintanati. Solo a notte fonda i cinque amici poterono tornare ma quello che conoscevano come la loro casa non esisteva più. I giganteschi animali, seppur addormentati e silenziosi, erano ancora lì.

Allora capirono che dovevano trovarsi un’altra casa. I tre topolini scoppiarono a piangere: “Come faremo noi? siamo così piccoli e indifesi. Siamo sempre stati qui appena ci allontaneremo verremo schiacciati o peggio ancora divorati!”. Il gatto seppur non coraggiosissimo, esclamò: “Vi difenderò io dagli altri gatti”.  “Tutti insieme ce la faremo” aggiunse il gabbiano pur consapevole del fatto che sapendo volare, da solo avrebbe avuto più possibilità. Ci voleva un aiuto. L’unica soluzione era rivolgersi a quel bambino che spesso la sera si sedeva sul muretto vicino alla spiaggia. Anche quella sera il bimbo era lì. Il gatto si fece coraggio e andò  a parlargli: “Tu sai che cosa sta succedendo?”. Il bimbo capì la situazione e disse: “Puoi venire ad abitare nel mio palazzo. Nel sottotetto ci sono stanze che nessuno conosce”.  “E i miei amici?”, replicò il gatto. “Porta anche loro” fu la risposta . I cinque amici per molto tempo vissero nel sottotetto con quel del nuovo amico che li coccolava ma un giorno, il gabbiano  portò dalla spiaggia di Santa Teresa una bella notizia. “I giganteschi animali colorati sono andati via e la nostra spiaggia più bella di prima e finalmente possiamo tornare a casa” disse. Il gabbiano prese i topolini e guidato dal basso dal gatto li riportò sulla spiaggia e c’è chi giura che siano ancora tutti e cinque la.